Servizio navetta alla “Notte delle Cantine”

Durante la “Notte delle Cantine”, la strada del vino si popola di migliaia di appassionati diretti alle antiche cantine per ammirarle e degustare buoni vini. I visitatori possono lasciare tranquillamente la propria auto a casa e affidarsi all’ottimo servizio navetta.  

La “Notte delle Cantine” corona ormai da oltre dieci anni il festival enogastronomico “Vino in Festa”, attirando gli interessati nelle varie cantine tra Terlano, Bolzano e Salorno. Sotto le storiche volte delle grandi e piccole cantine si può gustare del buon vino e farsi una chiacchierata.

Alla “Notte delle Cantine” di quest’anno, l’11 giugno 2016, si sono presentate alcune migliaia di visitatori, e questo ha comportato un notevole aumento del volume di traffico. Per evitare che i visitatori arrivassero con la propria auto e facessero la spola tra le cantine, l’organizzazione ha offerto un servizio navetta, del quale ha usufruito circa il 70 % dei visitatori. Molti altri ospiti hanno raggiunto le cantine a piedi o – soprattutto a Bolzano – con la bicicletta.

Quest’anno alla “Notte delle Cantine” si sono potute visitare in tutto 31 cantine e tenute, raggiungibili comodamente e in modo ecologico grazie a 25 bus navetta. I grandi e comodi pullman hanno viaggiato tra Bolzano e Salorno a cadenza di trenta minuti l’uno dall’altro, mentre per spostarsi tra cantina e cantina, presso alcune fermate, come ad esempio ad Appiano e Caldaro, i visitatori hanno potuto prendere dei minibus. Il servizio navetta è organizzato dall’ Associazione Strada del Vino dell’Alto Adige insieme al Consorzio Autonoleggiatori Alto Adige (KSM). 

Va da sé che un simile servizio navetta non deve essere solamente organizzato, ma anche finanziato: cosa non troppo economica se si tengono in considerazione i 25 bus e gli altrettanti autisti. Ciononostante, ai visitatori il servizio offerto dalle 17.00 alle 1.30 di notte è costato solo 5 € a testa. Con la vendita dei biglietti è stata coperta solo parte dei costi del servizio navetta. Il resto dei costi è stato preso in carico dagli sponsor Raiffeisen e KSM, nonché dai membri dell’Associazione Strada del Vino dell’Alto Adige, ossia comuni, associazioni turistiche e cantine. Nonostante i costi elevati, il servizio navetta non viene messo in discussione dagli attori partecipanti, “poiché è chiaro che l’evento non funzionerebbe senza questo servizio. Soprattutto le cantine e le tenute più piccole non dispongono di posteggi auto sufficienti e sono difficili da trovare; questo per loro comporterebbe un netto calo di visitatori. Inoltre, con il servizio navetta aggiriamo il problema della capacità di guidare dopo essersi goduti un buon vino”, spiega Stefanie Pramstrahler, direttrice dell’Associazione Strada del Vino dell’Alto Adige. 

L’efficace servizio shuttle durante la “Notte delle Cantine” mostra come il trasporto durante un evento possa essere comodo, ecosostenibile e possa avvenire senza utilizzare l’auto. La “Notte delle Cantine” è una “best practice” per altri grandi eventi in tutto l’Alto Adige.

26.09.2016 − Best Practice 

Ulteriori informazioni

La Strada del Vino: www.suedtiroler-weinstrasse.it