Premio Mobilità Alto Adige 2019

Breve descrizione dei progetti vincitori

Comune di Appiano (1° posto)

Mobilità sostenibile per i pendolari di Appiano

Il progetto “Mobilità sostenibile per i pendolari di Appiano” promuove in particolare l’utilizzo della bicicletta invitando anche altri comuni a fare lo stesso. Oltre a un’indagine completa sulle abitudini dei pendolari, una campagna di sensibilizzazione, accompagnata da workshop e vari eventi informativi, è stato allestito uno sportello per la mobilità ecosostenibile. Ai cittadini sono state, inoltre, messe a disposizione 100 e-bike, per spostarsi comodamente da casa verso le varie fermate dei mezzi di trasporto pubblico oppure per recarsi direttamente al lavoro. Alle fermate della rete di trasporto pubblico sono stati poi predisposti appositi “box” in cui custodire le biciclette. Nel progetto rientrano anche tutti i lavori di manutenzione e riparazione in modo da assicurare che le biciclette elettriche siano sempre in perfette condizioni.

Start-up Rockin’ Beets (2° posto)

Rockin’ Beets consegna cibo vegano in contenitori di vetro a rendere con bicicletta elettrica cargo.

Uno stile di vita sano e un’attività sostenibile sono i due concetti principali che contraddistinguono la start-up bolzanina Rockin’ Beets, che si occupa di preparare e consegnare cibi sani a Bolzano e dintorni riducendo le emissioni di CO2.

Le pietanze vegane vengono consegnate ai clienti con bici cargo elettriche, in contenitori di vetro a rendere che saranno poi recuperati alla consegna successiva. Le ordinazioni vengono effettuate il giorno prima. La bici cargo viene adoperata anche per acquistare gli ingredienti necessari, che provengono da coltivazione biologica locale, il che rappresenta sicuramente un valore aggiunto in termini di riduzione del traffico. Rockin’ Beets prende, inoltre, parte al progetto “L’Alto Adige pedala” e ha già percorso più di 1.585,5 km con le bici cargo. Ciò corrisponde a 25,2 km al giorno e a un risparmio di 287,64 kg di CO2. L’idea è nata nel 2015 e nel 2019 è stato trovato un locale adatto per poter partire. In autunno verrà ufficialmente inaugurato il sito web su cui sarà possibile consultare la proposta dell’azienda.

Comune di Naturno (3° posto)

Usa la bici! a Naturno

“Usa la bici! a Naturno” è un progetto per incentivare l’uso della bicicletta sul territorio a 360°. Esso si concentra su 3 aree d’intervento principali, ovvero un’organizzazione comunale che promuove l’utilizzo della bicicletta, il concreto miglioramento delle infrastrutture (piste ciclabili e parcheggi per le biciclette) e continue e interessanti iniziative ed eventi informativi volti alla sensibilizzazione della popolazione. Il consiglio comunale ha predisposto un proprio “team dedicato” e previsto nel bilancio comunale un budget specifico per la mobilità ciclistica.
È stato definito un elenco di misure da attuare tra il 2019 e il 2021:

  • un’asta di biciclette del comune
  • rilevamento di tutti i posti di parcheggio riservati alle biciclette in centro città per poter successivamente costruire delle aree parcheggio sicure e di prima categoria insieme a stazioni di carica per e-bike
  • giornata dedicata alla bicicletta con officina di riparazioni
  • parcheggi per le biciclette meglio contrassegnati in stazione.
  • eliminazione di un punto di pericolo nella frazione di Compaccio con la creazione di uno spartitraffico sicuro
  • progettazione di una nuova pista ciclabile che dalla frazione di Compaccio giunge fino alla zona scolastica di Naturno
  • spostamento dei parcheggi dal centro alla periferia
  • creazione di un servizio di e-car-sharing

Biohotel “theiner’s garten” (premio speciale della giuria)

Viaggiare sostenibile con theiner’s garten

Con il progetto “Viaggiare sostenibile con theiner’s garten”, l’hotel riesce a sensibilizzare i suoi ospiti nei confronti della mobilità sostenibile servendosi di metodi a dir poco creativi. Oltre a promuovere l’utilizzo della bicicletta e dei trasporti pubblici durante la permanenza in Alto Adige, ogni cliente ottiene al momento della partenza il “ClimaCube”, un riconoscimento che attesta, sulla base di un valore concreto, il notevole risparmio di emissioni di CO2 conseguito rispetto a un soggiorno in un hotel convenzionale.

Tutti i progetti presentati

Comune di Merano

A scuola a piedi con il Pedibus Merano

L’”autobus a piedi” è un’iniziativa che si svolge nel quartiere Wolkenstein di Merano e risponde all’esigenza di ridurre il traffico mattutino e di conferire sicurezza e indipendenza ai ragazzi consentendogli di effettuare a piedi il percorso casa-scuola. Qui i bambini si incontrano in fermate determinate in base alle loro esigenze e poi si recano a scuola a piedi accompagnati da un accompagnatore o accompagnatrice. Indipendentemente dal tempo e dal volume di traffico, i bambini arrivano in tempo per le lezioni.

“FIX” Fahrradkurier Meran/o Corriere in bici e Valentinhof Meran

Valentinhof-Corriere in bicicletta

Si tratta di una collaborazione tra l’azienda biologica Valentinhof e FIX Fahrradkurier Meran/o Corriere in bici. Quest’ultimo, a partire da marzo 2019, tramite una cargo bike elettrica, trasporta 3 volte in settimana i prodotti freschi dell’azienda agricola direttamente ai clienti finali nella zona di Merano. La cargo bike è in grado di trasportare fino a 8 casse di verdura.

Casa della Solidarietà

Bread by Bike. HdS-Progetto pane

Dal 2012 un ospite disoccupato di lunga durata della HdS ritira ogni giorno, in bicicletta e su rimorchio, il pane rimanente dalle panetterie Gasser e Alberti e rifornisce la mensa HdS, Caritas, un rifugio per le donne, un posto letto di emergenza e una dozzina di famiglie bisognose in tutta Bressanone. Circa 100 persone gustano pane fresco ogni settimana. Pagano simbolicamente 1€ al kg (il valore del pane è di 7-8€).

Comune di Braies

Mobilità valle di Braies

Il progetto prevede la chiusura temporanea alle auto delle strade SP 47 e SP 80, presso “Seghe”, dal 10 luglio al 10 settembre 2019 dalle ore 10.00 alle ore 15.00. La misura è pensata per ridurre il traffico veicolare dei turisti; sono esclusi dalla limitazione i residenti e i lavoratori della zona, oltre ai turisti che soggiornano all’interno della valle di Braies. I turisti vengono “spostati” su mezzi di trasporto pubblici: è potenziata la linea 442 (Dobbiaco-Lago di Braies) ed è messo a disposizione un servizio shuttle da Monguelfo al lago. Per chi preferisce muoversi in altra maniera, è disponibile un servizio di noleggio bici, oppure è possibile percorrere a piedi il nuovo sentiero dotato di segnaletica.

Comune di Bolzano

Ciclopolitana Telematica

L’intervento prevede la realizzazione, tra il 2018 e il 2019, di una ciclovia composta da una rete interconnessa di piste ciclabili, attrezzata con strutture e tecnologie avanzate su cui implementare un servizio di noleggio diffuso (Bike Sharing), integrato e interoperabile con le altre modalità di trasporto presenti nella città di Bolzano e su cui applicare un modello di tariffazione a crediti/buoni di mobilità nonché sistemi di “loyalty”. Le componenti del progetto sono:

  • Pianificazione e progettazione della “Ciclopolitana di Bolzano“ (selezione tratte, connessione con punti di interesse, sicurezza dei nodi/intersezioni, stazioni di Bike Sharing, nodi di scambio modale). L’attivazione del servizio di bikesharing è prevista per agosto, pieno regime a settembre.
  • Progettazione e Sviluppo dell’infrastruttura tecnologica ITS per il controllo, monitoraggio e ottimizzazione della mobilità;
  • Implementazione della piattaforma per le integrazioni dei servizi presenti sulla Ciclopolitana.

Comune di Varna

Mobilità sostenibile per i pendolari di Varna. Un’iniziativa del comune di Varna per una mobilità sostenibile

Il progetto intende ridurre il traffico che attraversa il Comune di Varna che risente in maniera pesante della tratta verso Bressanone (15.000 auto al giorno) e dell’A22 (40.000 passaggi giornalieri). Nonostante le buone offerte di mobilità pubblica, come ulteriore incentivo all’abbandono dell’automobile, il Comune ha acquistato 11 e-bike e prevede di acquistarne altre 40. Queste verranno offerte ai pendolari del Comune previo corrispettivo di un canone di noleggio annuale (200 euro, incl. IVA e manutenzione oppure 20 euro/mese), che potranno utilizzarle per coprire le tratte casa-lavoro, oltre che impiegarlo nel tempo libero. Dopo il periodo di noleggio massimo di 1 anno, viene valutata la possibilità di offrire al cittadino la possibilità di riscattare la bicicletta ad un prezzo agevolato. Una bicicletta di servizio è inoltre a disposizione dei membri dell’amministrazione comunale. Viene pianificata anche la realizzazione di alcune stazioni di ricarica per auto elettriche.

Microtec srl

E-state green con Microtec

Microtec ha fornito ai dipendenti che ne hanno fatto richiesta delle e-bike a titolo gratuito, con le quali possono raggiungere il posto di lavoro (ciclopendolarismo) ed effettuare gli spostamenti necessari all’attività lavorativa.

Studio d’ingegneria Bergmeister Srl

Ci muoviamo in modo sostenibile

Il progetto prevede il miglioramento della mobilità sostenibile aziendale tramite:

  • Un’indagine sul comportamento in materia di mobilità dei dipendenti e individuazione di soluzioni ad hoc.
  • Formazione di car pooling con auto aziendale (almeno 10 km di distanza e 3 dipendenti)
  • 2 bici aziendali
  • In futuro questa offerta sarà ampliata da biciclette elettriche, messe a disposizione dei dipendenti in cambio di un piccolo compenso per il pendolarismo.
  • Auto elettrica come auto aziendale e colonnina di ricarica. Seconda auto elettrica ordinata e in arrivo. Prevista conversione intero parco auto (attualmente 10 auto) in auto elettriche.
  • Promozione dei mezzi pubblici, anche nella firma delle e-mail.

Comune di Prato allo Stelvio

Ottimizzazione del collegamento da Prato alla stazione di Spondigna

Un’ampia indagine sullo sviluppo locale del comune nell’inverno 2016/2017 ha sottolineato la volontà della popolazione locale di avere migliori collegamenti tra la stazione ferroviaria di Spondigna e Prato. Nel luglio 2017 la Commissione Comunale del Comune di Prato ha quindi commissionato la progettazione di un nuovo ponte che dal marciapiede della stazione di Spondigna attraverso l’Adige conduce direttamente alla pista ciclabile per Prader Sand. Il ponte è stato completato nell’aprile 2019. Il collegamento tra la stazione ferroviaria e il paese sarà realizzato in futuro con una linea di Citybus, che offre un percorso circolare oltre ad essere un’alternativa ai viaggi in auto privata all’interno del paese.

Maratona dles Dolomites

La Maratona che guarda al domani

La Maratona dles Dolomites è una manifestazione di Gran Fondo ciclistica che quest’anno è giunta alla 33a edizione, con 31.600 richieste d’iscrizione e 9.000 posti disponibili. Da quest’anno la Maratona dles Dolomites ha ottenuto il riconoscimento goingGreen Event, pertanto sono state implementate alcune iniziative per la mobilità sostenibile: sei meccanici in bicicletta elettrica (Green Angels) seguono i partecipanti sul percorso e in caso di bisogno sono pronti a intervenire. Giuria e assistenza, oltre al servizio meccanico, viaggiano su veicoli full electric lungo il tracciato della gara. Un servizio shuttle collega tutti i paesi dell’Alta Badia. Il giorno della manifestazione, le strade e i passi dolomitici sono completamente chiusi al traffico motorizzato. Per incentivare l’uso della bici l’organizzazione mette a disposizione un servizio di deposito e custodia bici gratuito nelle zone dell’evento.

Design Hotel Tyrol

Mobilità alternativa nel turismo

Sensibilizzazione dei clienti per l’arrivo con i trasporti pubblici e il loro utilizzo sul posto. Il soggiorno minimo in hotel in alta stagione è di 7 notti. Nello specifico l’hotel propone:

  • Bici a noleggio, anche elettriche, corsi e allenamenti specifici grazie alla collaborazione con ÖtziBike Shop.
  • Dipendenti del luogo che vivono nei pressi dell’hotel stesso e quindi non necessitano di utilizzare la macchina per recarsi al lavoro.
  • 2 stazioni di ricarica per auto elettriche Tesla, alimentate con energia idroelettrica (green).
  • MeranCard per utilizzare i mezzi pubblici a prezzi più vantaggiosi.
  • 1 menù regionale (meno di 30 km dall’Hotel) a settimana.

Union Generala di Ladins dla Dolomites

Meno rumore sui passi dolomitici

In analogia con i provvedimenti che riguardano il blocco dei veicoli inquinanti (es. Euro 0 e Euro 1) si propone la limitazione all’accesso delle motociclette rumorose alle strade dei 4 passi dolomitici attorno al Sella.

Dr. Wolfgang Kapeller

Il veterinario arriva con l’elettrico

Il veterinario Dr. Wolfgang Kapeller percorre in media 60.000 km all’anno per raggiungere aziende agricole e alpeggi dell’alta Val Venosta. Per ridurre la CO2 e le polveri sottili, ha sostituito il suo vecchio veicolo diesel (novembre 2018) con un veicolo con motore elettrico; ora risparmia circa 12.000 kg di CO2 all’anno. Attraverso il contatto con tutti gli agricoltori dell’Alta Val Venosta (sostituisce 2 veterinari nei fine settimana) ha un grande impatto; attraverso i suoi viaggi in fattorie e alpeggi in tutte le condizioni climatiche dimostra l’idoneità giornaliera dei veicoli elettrici anche in circostanze avverse.

Comune di Selva di Val Gardena

Realizzazione di un percorso di collegamento tra la scuola secondaria e la passeggiata pedonale lungo la vecchia linea ferroviaria.

Il progetto prevede il collegamento della scuola secondaria con la passeggiata pedonale lungo la vecchia linea ferroviaria. Attualmente, la scuola secondaria può essere raggiunta solo da pedoni e ciclisti attraverso i marciapiedi lungo le strade comunali, che non sono sicuri per gli scolari di questa età. Il collegamento della scuola secondaria di secondo grado con la passeggiata lungo la vecchia linea ferroviaria, che può essere utilizzata dagli alunni del comune di Selva Gardena e del vicino comune di S. Cristina, offre un collegamento ottimale e sicuro per pedoni e ciclisti. La progettazione del percorso di collegamento è stata estremamente difficile in quanto doveva essere pianificato e realizzato su un pendio molto ripido. Subito dopo il completamento dei lavori, il comune è stato in grado di stabilire che il collegamento ha avuto un grande successo. Il progetto è stato pianificato nel 2017, attuato e completato nella primavera del 2018.

Comune di Verano

Nuova funivia Postal-Verano con centro di mobilità, nuovo sentiero escursionistico circolare e manifestazioni collaterali.

La nuova funivia Postal-Verano sostituisce la precedente cabinovia del 1958. Portata da una sola grande colonna portante, la nuova funivia porta fino a 35 persone a viaggio ad una velocità di 10 m/s a 1.200 metri – e viceversa (percorrenza ridotta da 8 a 5 minuti). Ciò significa che 300 persone, numerose biciclette e passeggini possono essere trasportate ogni ora. Grazie al collegamento con le linee di autobus a valle, il nuovo parcheggio, il bistrot “Sunnseitn” e il parco giochi, la funivia è un importante snodo di trasporto e un esempio di successo di mobilità sostenibile molto apprezzato dagli utenti, passati dai 130.496 del 2016 ai 157.464 del 2018. Il numero di biciclette trasportate è aumentato del 71 % dal 2017 al 2018. La stazione a monte della funivia è stata scelta anche come punto di partenza del nuovo sentiero circolare Knottnkino. Quest’anno si è tenuto il secondo “Venerdì della funivia”, una colorata giornata di eventi con lunghi tempi di percorrenza della funivia.

Comune di Lana

Sistema di guida unificato per pedoni e ciclisti.

Il progetto prevede la creazione di un nuovo sistema di guida unificato per pedoni e ciclisti per promuovere la mobilità attiva attraverso un migliore orientamento. Il nuovo sistema di orientamento sviluppato in collaborazione con l’agenzia altoatesina HELIOS.BZ copre i quartieri più importanti di Lana, così come le numerose attrazioni turistiche, servizi di mobilità e altri hotspot. Per la progettazione del sistema di orientamento è stato scelto deliberatamente uno spettro cromatico che può essere derivato dalle varietà di mele. Nella scelta dei materiali viene utilizzato un materiale composito HPL (High Pressure Laminate) resistente, ma di alta qualità e rispettoso dell’ambiente. Il progetto è in corso d’implementazione. La segnaletica riporterà le seguenti informazioni: tipo di mezzo di trasporto (bici o piedi), meta, direzione, distanza (bici) o durata (piedi).

Comune di San Candido

A piedi in Piazza del Magistrato

La Piazza del Magistrato di San Candido era fino ad ora un grande parcheggio e la strada a fianco rappresenta l’unico collegamento stradale adatto alle automobili tra la parte meridionale e orientale della città, nonché per passare da Sesto al confine di Stato. Per decenni è stata allo stesso tempo e inevitabilmente un’area pedonale e un’area di sosta per autobus, un’area di sosta per gli automobilisti, un’area di accesso rapido per i pedoni e un’area di sosta per i pullman turistici oltre che una zona a rischio sorpassi “audaci” nonostante il limite dei 30 km/h. Grazie ai lavori per un’opera di costruzione nella parte occidentale della piazza si è presentata l’opportunità di adottare le seguenti misure: segnalamento della zona pedonale, restringimento e delimitazione dello spazio stradale, allestimento delle fermate per autobus pubblici, creazione di un attraversamento pedonale con un suggestivo dipinto sulla strada, che separa visivamente la zona pedonale dalla strada.

Istituto tecnico per le costruzioni “Peter Anich“

Lago di Braies 2050

Si tratta di un progetto complessivo di miglioramento della mobilità nell’intero comprensorio di Braies. Prevede chiusure stradali e restrizioni al traffico che non verranno applicate a residenti, ai lavoratori della valle, ai visitatori dei residenti e ai turisti che soggiornano nella valle. Presso il nodo stradale all’ingresso della valle verrà creato un nuovo centro mobilità che tramite la stazione dei treni e degli autobus rappresenterà il nuovo punto di riferimento per la mobilità pubblica, mantenendo però gran parte della rete originale. Parte del concetto sono anche:

  • Autobus elettrici per il trasporto dei turisti dall’imbocco della valle.
  • Noleggio bici (anche elettriche)
  • Applicazione per prenotare soggiorno e parcheggio, con trasporto al lago di Braies e visite ai musei.
  • Bici a noleggio, anche elettriche.
  • Ampliamento della rete ciclabile esistente e trasformazione della stessa in una pista ciclabile d’avventura.
  • Servizio di noleggio biciclette.

Comune di Gais

Introduzione di un bus di montagna e campagne di sensibilizzazione della popolazione

Nell’autunno 2018 l’amministrazione comunale ha deciso di estendere il servizio di autobus di montagna da Montassilon a Villa Ottone e Brunico passando per Rio di Pusteria. Il nuovo servizio pubblico offrirà collegamenti tre volte al giorno, dal lunedì al venerdì. Il gruppo di lavoro per la mobilità istituito da Manuel Raffin, il funzionario comunale responsabile, ha organizzato ulteriori campagne di sensibilizzazione (ad es. la scuola degli autobus, conferenze, ecc.). Il progetto iniziato nel dicembre 2018 si concluderà nello stesso mese del 2019.

Comune di Laives

Piste ciclabili

Il Comune di Laives concluderà entro agosto/settembre 2019 un collegamento pedociclabile tra la zona sportiva Galizia di Laives e l’abitato di Pineta di Laives grazie ad un ponte che attraversa la variante SS12.

È stato pianificato un tratto di pista ciclabile che collega via Stazione a Laives, che dovrebbe essere ultimato a settembre 2019. In un secondo momento questo tratto dovrebbe essere esteso fino a Vadena per collegarsi poi con la pista ciclabile sovracomunale lungo l’Adige.

U.N.I.T.A.L.S.I. – Sottosezione Bolzano

E-Movement – Eco Retrofit

Il progetto consiste nel recupero di un furgone diesel altamente inquinante, ma già adatto al trasporto dei diversamente abili, bonificarlo, trasformandolo in un veicolo elettrico grazie al retrofit, che permette di aggiungere nuove tecnologie e funzionalità ad un sistema vecchio. Il progetto ha avuto inizio nel gennaio 2017 e il 31 agosto dello stesso anno il furgone ha affrontato il viaggio dal Brennero a Roma per un’udienza privata con Papa Francesco. Attualmente il furgone è in aggiornamento tecnico (batterie e motori differenti rispetto alla prima versione). Tramite il concetto di retrofit, lo sviluppo di soluzioni ad hoc e sempre più innovative è possibile, specialmente per mezzi dotati di una certa struttura interna (mezzi per disabili, ambulanze, ecc…) e quindi anche di un elevato costo d’acquisto, pensare di abbandonare l’acquisto di un mezzo nuovo e riutilizzare tutte le sue parti fisiche sostituendo il vecchio motore a combustibile fossile con un motore elettrico. Ciò consente di ridurre al minimino l’impiego di nuove risorse necessarie alla realizzazione di un tale mezzo. Il risparmio economico in termini di carburante è stato valutato in circa 8mila euro l’anno per veicolo.

Cooperativa Economica Chiusa

Sottobicchiere – Campagna di sensibilizzazione per la mobilità consapevole

La campagna di sensibilizzazione è stata svolta tramite la produzione di sottobicchieri per la birra, che sono stati distribuiti a circa 20 esercizi. Questi sottobicchieri presentano frasi e aneddoti selezionati e il più possibile divertenti, con illustrazioni. Si tratta di dichiarazioni generali sulla sicurezza, la salute, l’inquinamento ambientale, e che si riferiscono direttamente al paese di Chiusa. Queste affermazioni dovrebbero ispirare la popolazione a pensare e provocare un ripensamento, senza puntare il dito contro nessuno.

La campagna ha mostrato le brevi distanze e i vantaggi dei percorsi pedonali e ciclabili che sono luoghi d’incontro e miglioramento della salute personale. Si è evidenziato anche l’eccellente collegamento della città di Chiusa con i mezzi pubblici e piste ciclabili, oltre a vari servizi aggiuntivi, come il Car-Sharing e l’App Easy-Park.

Associazione turistica Val Senales

SummerCard Schnalstal – carta valore per la mobilità in Val Senales

Dal 1° luglio 2019 la SummerCard sarà disponibile presso i gestori delle strutture ricettive della Val Senales e l’ufficio turistico a 29,90 Euro per adulto e a 15,00 Euro la Junior-SummerCard, per bambini/ragazzi fino ai 16 anni, per i bambini fino a 6 anni è gratuita. È valida dal 1.07. al 30.09.2019. Consente di: utilizzare tutti i mezzi pubblici per raggiungere il ghiacciaio della Val Senales, l’altopiano di Lazaun, conoscere l’epoca di Ötzi nell’archeoParc, esplorare la valle con i mezzi pubblici fino a Naturno e scoprire un tratto dell’Alta Via di Merano con la funivia Unterstell. In futuro viene auspicato l’impiego di autobus con propulsione elettrica o a idrogeno. In futuro si prevede anche la progettazione di un parcheggio all’ingresso della valle per muovere i turisti unicamente con i mezzi pubblici.

Dolcevita Hotels

Green thinking

Sensibilizzazione dei clienti per arrivo e utilizzo sul luogo dei mezzi pubblici e della bicicletta, oltre che della mobilità elettrica. Nello specifico gli hotel propongono:

  • Promozione escursioni in bici e a piedi per gli ospiti, con punti di ritrovo raggiungibili utilizzando mezzi pubblici e in alternativa organizzazione di servizi shuttle.
  • Bici a noleggio, anche elettriche.
  • Stazioni di ricarica per auto elettriche e una Smart elettrica per ogni hotel a diposizione sia dei clienti che dei dipendenti.
  • Carta dell’Alto Adige con stazioni di ricarica elettrica in ogni auto
  • Tessera di ricarica Alperia per ricaricare l’auto per i clienti

Maso “Niedersteinhof” di Walter Moosmair e famiglia

Il maso elettrico

Dal 2016 l’azienda utilizza solamente un’auto elettrica alimentata con energia verde autoprodotta (solare) per i propri spostamenti (commissioni e consegne). Nello stesso anno Walter Moosmair ha trasformato la vecchia falciatrice del padre con l’azienda Fazzi di Bolzano in una falciatrice elettrica. Nel 2018 Walter e Bioland hanno organizzato un incontro di gruppo per gli interessati alla mobilità elettrica, anche in campo agricolo. Il primo falciatore elettrico sarà sviluppato e messo sul mercato a breve da Gerald Reichegger di Glaiten e verrà sicuramente impiegato in azienda. Walter ha partecipato ad altri eventi simili per diffondere le buone pratiche implementate. Altri obiettivi a lungo termine sono la trasformazione del trasportatore (Lindner) in un trasportatore ibrido plug-in. Inoltre, l’energia elettrica, ormai prodotta anche da eolico e idroelettrico, deve essere utilizzata per ricaricare le attrezzature azionate elettricamente nell’azienda agricola (tosaerba elettrica, falciatura ad accumulatore, motosega ad accumulatore, ecc.). Al momento dell’acquisto degli utensili elettrici manuali, si è fatta attenzione al tipo di batteria impiegata in modo che fosse uniforme, al fine di risparmiare risorse. L’agriturismo mette anche a disposizione 2 e-bike sia per i propri spostamenti sia per quelli dei propri ospiti.

Südtirol Kultur

LanaLive – Roundabout

LanaLive è un festival culturale transdisciplinare a Lana che ogni anno si gioca su temi diversi. Dal 23 maggio al 02 giugno 2019, il festival è stato dedicato ai trasporti. Sotto il titolo “Roundabout”, LanaLive ha invitato diversi artisti ad affrontare il tema del festival. LanaLive si è svolto come una sorta di road movie lungo i principali assi di traffico del comune e ha proposto per 10 giorni interventi tematici coordinati, luoghi che raccontano il traffico. In collaborazione con il Comitato educativo di Lana, “The Box” ha raccolto suggerimenti per migliorare la situazione del traffico e l’autore Marcel Zischg ha accompagnato il festival come testimone.

Associazione Culturale Kallmünz

Festival di strada Asfaltart

I visitatori arrivano con i mezzi pubblici. L’opuscolo Asfaltart contiene pagine separate con le informazioni necessarie. L’unicità di questo festival mantiene i residenti in città durante il fine settimana, evitando così il traffico per tutto il fine settimana. Gli ospiti vengono a piedi o in bicicletta, in quanto il centro urbano viene chiuso al traffico motorizzato. Durante il festival stesso sono a disposizione un totale di 3 Cargo Bike, fornite dal Dachverband für Natur und Umweltschutz.
Gli artisti sono alloggiati in alberghi, pensioni, ostelli della gioventù che sono raggiungibili a piedi.
La costruzione e lo smontaggio dell’area del festival è stata progettata in modo tale che i viaggi con il nostro furgone Asfaltart siano ridotti al minimo.

Gabriele Guidoni – Rappresentante

Mobilità elettrica nella vita lavorativa di tutti i giorni

Vita lavorativa quotidiana di un rappresentante con un veicolo elettrico (VW e-Golf) con 65.000 km/anno, percorsi in Alto Adige e in Val di Fiemme e Fassa. Il progetto ha avuto inizio nel 2018.

Insam Express

Spedire le valigie e andare in vacanza senza peso

Il progetto facilita la mobilità sostenibile con l’invio di valigie, perché questo permette all’ospite di viaggiare in treno. Insam è partner di DB (Deutsche Bahn) da 8 anni, inoltre sono partner per tutta l’Italia da e verso la Germania. Anche la spedizione di biciclette è possibile in alcuni paesi il che consente al turista/visitatore di muoversi nella località d’arrivo con i mezzi pubblici di trasporto e/o la propria bicicletta.

Auto Ikaro

Scopri il Südtirol in modalità elettrica _ family green experience

Auto Ikaro creerà una sezione sul proprio sito internet che permetterà di prenotare un’auto full electric da poter utilizzare durante un intero fine settimana per visitare le bellezze naturalistiche dell’Alto Adige, oltre a questo verranno messe a disposizione anche delle biciclette elettriche da poter portare a seguito. Il progetto è in fase avanzata di realizzazione con la casa automobilistica BMW Italia e sarà realizzato entro il 2019.

17.09.2019 − Premio Mobilità Alto Adige