Mobilità elettrica: contributi per aziende

Nuovo dalla fine del 2019!

Grazie all’incentivazione della mobilità elettrica, la Giunta Provinciale altoatesina vuole sostenere il passaggio verso tecnologie di mobilità ecologiche, per ridurre i danni causati dai motori a combustione e per migliorare la qualità di vita. Le agevolazioni sono concesse in forma di contributo a fondo perduto nel rispetto della norma “de minimis”.

Viene incentivato l’acquisto e il noleggio a lungo termine di veicoli elettrici a batteria con range extender (BEV con REX), veicoli a celle a combustibile (FCEV) e veicoli ibridi plug-in (PHEV) per il trasporto di persone e merci, tutti nuovi di fabbrica. Il veicolo è considerato "nuovo di fabbrica" anche se viene consegnato entro sei mesi dalla data di prima messa in circolazione o se ha percorso non più di 6.000 km.

Inoltre, viene anche incentivato l’acquisto di veicoli elettrici a due, tre e quattro ruote, bici cargo (anche elettriche) e stazioni di ricarica in azienda.

L’incentivo

  • 2.000 euro per l'acquisto o il noleggio a lungo termine per singolo veicolo elettrico puro (BEV, FCEV) e per BEV con range extender (REX), che non producono più di 70 g di emissioni di CO2 per km;
  • 1.000 euro per l'acquisto o il noleggio a lungo termine per singolo veicolo per ibridi plug-in, che non producono più di 70 g di emissioni di CO2 per km;

Il contributo per l’acquisto dei veicoli elettrici viene concesso a condizione che il rivenditore conceda una riduzione del prezzo almeno di pari importo. In questo modo l’ammontare totale del contributo sarà di 4.000 € per veicoli elettrici puri e di 2.000 € per veicoli ibridi plug-in (metà dalla Provincia e metà dal rivenditore).

Il contributo provinciale viene inoltre raddoppiato nel caso in cui i veicoli vengano acquistati da autoscuole o imprese di trasporto con taxi.

  • 30 % della spesa per max. 1.000 euro per l’acquisto o il noleggio a lungo termine di veicoli elettrici a due, tre e quattro ruote;
  • 30 % della spesa per max. 1.500 euro per l’acquisto di bici cargo;
  • 70 % della spesa per max. 1.000 euro per l’acquisto/noleggio a lungo termine o anche per le sole spese di allacciamento e installazione di una stazione di ricarica in azienda.

Per accedere ai contributi è necessario presentare la domanda, esclusivamente online, all’Ufficio provinciale Commercio e servizi.

Come si fa domanda?

La "richiesta di contributo" deve essere presentata prima della realizzazione dell'investimento, cioè prima dell'emissione della fattura finale e prima della stipula dei contratti di noleggio a lungo termine e di leasing o dei contratti di acquisto con riserva di proprietà (per le stazioni di ricarica). L'accesso a questo servizio di e-government da parte dei richiedenti avviene esclusivamente attraverso il Servizio Pubblico di Identità Digitale (SPID). Alla domanda devono essere allegate le seguenti informazioni:

  • denominazione dell’impresa
  • informazioni sull’attività dell’impresa
  • investimenti programmati

I preventivi devono essere allegati alla domanda.

Dopo aver fatto l’investimento, la "richiesta di liquidazione" può essere inoltrata tramite il servizio di e-government della Provincia esclusivamente online entro la fine dell’anno successivo a quello in cui si è fatta la domanda di contributo. L’acquisto deve corrispondere alla richiesta effettuata. Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

  • fatture (la fattura finale deve essere emessa dopo la data di presentazione della domanda);
  • contratti di leasing o di noleggio a lungo termine per veicoli, stipulati dopo il termine di presentazione delle domande per contributi;
  • contratti d’acquisto per veicoli, stipulati dopo il termine di presentazione delle domande per contributi;
  • copia della carta di circolazione del veicolo;
  • copia del certificato di proprietà;
  • dichiarazione di conformità della bici cargo.

Dalla documentazione di spesa relativa all’acquisto dei veicoli deve potersi rilevare in modo chiaro lo sconto praticato dal rivenditore.

Panoramica dei contributi

Contributo ProvinciaContributo rivenditoreTotale contributo
Auto elettrica2.000 €2.000 €4.000 €
Auto elettrica per autoscuola o servizio taxi4.000 €2.000 €6.000 €
Auto ibrida plug-in1.000 €1.000 €2.000 €
Auto ibrida plug-in per autoscuola o servizio taxi2.000 €1.000 €3.000 €
Moto/scooter elettrico30 %, max. 1.000 €-30 %, max. 1.000 €
Bici cargo30 %, max. 1.500 €-30 %, max. 1.500 €
Stazione di ricarica70 %, max. 1.000 €-70 %, max. 1.000 €

Esiste anche un incentivo dello Stato italiano, il cosiddetto "Ecobonus", che è cumulabile con i contributi provinciali. L'Ecobonus può essere richiesto attraverso il concessionario di veicoli.

Ulteriori informazioni e disponibilità sono disponibili su ecobonus.mise.gov.it

27.09.2017 − Mobilità elettrica 

Ulteriori informazioni