Foto: STA SpA/Zambiasi

02.03.2017 - #ViaggiareSmart: pacchetto di misure per la mobilità sostenibile

News Mobilità elettrica

02.03.2017

Il 2 marzo è stato presentato il pacchetto di misure #viaggiaresmart, che prevede una somma di 10 milioni di euro annui per gli incentivi alla mobilità sostenibile in Alto Adige.

Il pacchetto comprende misure a favore dell’eliminazione, del trasferimento e del miglioramento del traffico, tra le quali un incentivo di 4.000 euro per l’acquisto di veicoli elettrici.

L'Alto Adige vuole diventare un modello per quanto riguarda la mobilità sostenibile. Con questo obiettivo gli Assessorati provinciali all'economia, all'energia e ambiente e alla mobilità hanno unito le loro forze e hanno creato un pacchetto per promuovere la mobilità sostenibile all'insegna del motto #ViaggiareSmart. Il 2 marzo è stato presentato a Bolzano dal presidente Arno Kompatscher, dagli assessori Florian Mussner (mobilità) e Richard Theiner (ambiente), dal coordinatore Green Mobility Harald Reiterer e dal direttore generale di Alperia Johann Wohlfarter.

"Crediamo molto nella mobilità sostenibile, tanto che il concetto entrerà a far parte anche della promozione turistica", ha annunciato il presidente Kompatscher. Il pacchetto prevede interventi in favore dell'uso della bicicletta e dei mezzi pubblici, ma anche della mobilità con mezzi elettrici. Il gruppo di lavoro "Green Mobility", istituito dalla Giunta provinciale, ha ideato misure che riguardano la riduzione del traffico o il suo spostamento e il miglioramento della viabilità.

Per promuovere l'acquisto di auto elettriche, la Provincia ha ora deciso prevedere, sia per i cittadini che per le imprese, incentivi per 4.000 euro (2.000 euro per le ibride plug-in). Metà dell'importo sarà a carico della Provincia, mentre la restante metà si configura come sconto da parte dei rivenditori, con i quali la Provincia stipulerà a breve delle convenzioni. Vi sono due forme tecnologiche di veicoli elettrici: veicoli elettrici con batteria e veicoli elettrici con cella a combustibile alimentati a idrogeno. Entrambe le forme vengono incentivate. Per le cosiddette ibride plug-in (veicoli con motore a combustione ed elettrico, che possono essere ricaricate collegandole alla presa della corrente) è previsto un premio d’acquisto di 2.000 € (1.000 € dalla Provincia, 1.000 dal concessionario). I premi d’acquisto dovrebbero iniziare da maggio 2017. Per i privati la richiesta del premio d’acquisto non necessita di iter burocratici, ma avviene tramite il concessionario, che avrà firmato una convenzione con la Provincia. Le aziende, invece, faranno richiesta alla ripartizione Economia.

Per le auto elettriche è anche prevista l'esenzione della tassa automobilistica per i primi 5 anni, dopo i quali si pagherà unicamente il 22,5% della tassa. Per installare una stazione di ricarica in casa o all'interno di un’impresa, la Provincia darà un contributo di 1.000 euro. Per le imprese è anche previsto, a partire da maggio, un incentivo per l'acquisto di scooter (30 % fino ad un massimo di 1.000 euro) e bici cargo (30 % fino ad un massimo di 1.500 euro). Anche le stazioni di ricarica saranno incentivate a breve con una somma fino a 1.000 euro (per aziende da maggio; per privati durante l’estate, poiché deve essere cambiata ancora una legge).

Parallelamente, in sinergia con l'azienda energetica provinciale Alperia, sarà creata un’efficiente rete di stazioni di ricarica in tutto il territorio provinciale. Al momento esistono circa 32 stazioni, ma entro quest’anno ne saranno installate altre dieci e dal 2018 la rete si amplierà al ritmo di circa 20-30 stazioni all'anno. È previsto anche un pacchetto di servizi Alperia per gli utenti di mezzi elettrici (tra cui call center, sistema tariffario adeguato, pronto intervento).

È, inoltre, promossa una pianificazione territoriale delle “vie brevi”, ossia sono promossi insediamenti compatti e centri storici attrattivi, anziché punti d’attrazione nelle aree verdi – così l’assessore provinciale all’ambiente Theiner.

L’Assessore alla mobilità Mussner ha sottolineato come sia prevista una coesistenza sostenibile di tutte le forme di mobilità per migliorare il traffico e la qualità della vita. Anche il parco macchine pubblico sarà convertito gradualmente verso mezzi non inquinanti. L’amministrazione pubblica darà il buon esempio acquistando – salvo casi particolari che devono essere giustificati – unicamente veicoli elettrici. È stato annunciato anche un apposito budget per iniziative a favore della mobilità sostenibile proposte da organizzazioni pubbliche e private.

Alla definizione di tutte le singole misure del documento strategico, oltre a quelle a favore della mobilità elettrica, e che saranno via via attuate, hanno collaborato anche rappresentanti delle ripartizioni Economia, Mobilità, Sviluppo del Territorio, l’Agenzia Provinciale per l’Ambiente, il Consorzio dei Comuni, l’Unione energia Alto Adige SEV, il Centro idrogeno IIT, Alperia, STA - Strutture trasporto Alto Adige SpA e l’organizzazione Carsharing.

Download "Pacchetto di misure" (PDF)

Download "Incentivi per auto elettriche" (PDF)

Ulteriori informazioni: www.provincia.bz.it

Video sulla mobilità elettrica in Alto Adige: www.youtube.com

condividi l‘articolo